Menu

manilaincendio

Sono 72 i morti dopo il tragico incidente avvenuto in una fabbrica di infradito a Manila. Le cause sono imputabili ad un incendio scoppiato ieri mattina.

Il numero delle vittime corrisponde alle persone che al momento mancano all’appello. Lavoravano nella fabbrica di Valenzuela, nell'area metropolitana di Manila, e i dati sono quelli diffusi dal sindaco Rexlon Gatchalian. Un bilancio che, quindi, è praticamente definitivo.

L’incendio è divampato attorno a mezzogiorno ora locale (le 6 del mattino in Italia) nell’edificio a 2 piani, che si trova in una zona industriale ed è di proprietà della società filippina Kentex Manufacturing Inc. G. .

La morte delle 72 vittime è dovuta quasi certamente a soffocamento, per via del fumo sprigionatosi come conseguenza della combustione di gomma e prodotti chimici.

È stata comunque aperta un indagine, pare infatti che le finestre del secondo piano della fabbrica fossero sigillate con inferiate di ferro e filo spinato, il che desta quanto meno dubbi sulle condizioni di sicurezza dei locali dove avvenivano le attività produttive.

E proprio al secondo piano sono stati ritrovati i resti della maggior parte delle vittime, che si sono ammassate in quel punto dell’edificio in cerca di una via di scampo.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Stabilimenti industriali a rischio incidente: la mappa dell'ISPRA

Giappone: esplosione nella fabbrica Mitsubishi di polisilicio. 5 morti (VIDEO)

Mondiali Qatar: 7 insostenibili citta' operaie per ospitare migliaia lavoratori migranti

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network